FAQ


1

Quali sono le modalità di assunzione di Immun'Âge® in caso di malattie da raffreddamento?

In caso di malattie da raffreddamento l’assunzione di 3 bustine al giorno di Immun’Âge® (bustine da 3 g) per una settimana rappresenta una buona “integrazione alimentare” (non sostituisce eventuali cure farmacologiche prescritte dal medico).

2

Quali sono le differenze tra Immun'Âge® e le altre papaye fermentate in commercio?

Le differenze sono notevoli, sia in relazione alle proprietà e al processo produttivo, sia alla composizione e al patrimonio di studi clinici a supporto del prodotto. Vedi la voce “Papaya fermentata” per constatare l’UNICITA’ di Immun’Âge®.

3

E’ possibile assumere Immun'Âge® come mera integrazione alimentare per pazienti sottoposti a chemioterapia?

Sì, i pazienti sottoposti a chemioterapia possono assumere Immun’Âge®, ma non durante il trattamento. In particolare assumerlo come integratore alimentare, previo consulto del Medico curante (2 bustine al giorno per due settimane prima dell’inizio del trattamento).
Durante la chemioterapia è sconsigliabile assumere Immun’Âge®.
Dopo la fine del trattamento di chemioterapia è possibile utilizzarlo come integratore alimentare, previo consulto del medico curante. Il dosaggio consigliato è di 3 bustine al giorno per la prima settimana post-chemioterapia, due bustine al giorno per la settimana successiva. In funzione dell’età e del livello di stress ossidativo, il paziente potrebbe continuare l’assunzione di una bustina al giorno di Immun’Âge®.

4

Immun’Âge® si può assumere per lungi periodi?

Immun’Âge® può essere assunto per periodi prolungati nella dose di 1 bustina al giorno, per beneficiare degli effetti antiossidanti. L’assunzione del prodotto alle dosi consigliate, può rappresentare un’adeguata integrazione alimentare in relazione agli stress ambientali cui si è soggetti.

5

Immun’Âge® contiene glutine?

No, Immun’Âge® non contiene glutine.

6

I pazienti che soffrono di allergia ai "lieviti", possono accusare problemi nell’assumere Immun'Âge®?

La fermentazione di Immun’Âge® avviene utilizzando specifici microorganismi non riconducibili ai “lieviti”.
Non ci sono lieviti vivi in Immun’Âge®. Negli ultimi 15 anni non si sono registrati problemi di allergie ai lieviti nelle persone che assumono Immun’Âge®.
In ogni caso, anche se in Immun’Âge® i principali componenti sono carboidrati (in particolare Betaglucani) e aminoacidi, che fanno parte dei componenti delle nostre cellule, un’allergia potrebbe eventualmente manifestarsi in un paziente, ma il rischio è remoto. Si consiglia, in caso di allergia ai lieviti, di consultare il proprio Medico curante.

7

E' possibile l'utilizzo di Immun'Âge® per le donne in gravidanza?

Immun’Âge® non è sconsigliato in gravidanza; l’integrazione con Immun’Âge® deve essere comunque effettuata previo consiglio del medico.

8

Immun'Âge® può essere assunto durante l'allattamento?

Immun’Âge® può essere assunto durante l’allattamento. Si consiglia comunque di consultare il proprio Medico curante.

9

Immun'Âge® può essere d'ausilio in casi di asma bronchiale?

Non ci sono studi specifici dedicati al trattamento dell’asma con Immun’Âge®. Tuttavia è noto che Immun’Âge® contrasta lo stress ossidativo e potrebbe quindi rappresentare un’adeguata integrazione alimentare (che non sostituisce le cure medico-farmacologiche prescritte).
Se si soffre di asma bronchiale è consigliabile comunque consultare il Medico, prima di integrare con Immun’Âge® la dieta.
Posologia: 1 bustina al giorno per 2 mesi.

10

Immun'Âge® è un integratore alimentare sicuro?

Immun’Âge® non presenta alcun effetto collaterale o tossicità e i numerosi studi compiuti in tutto il mondo, da ricercatori rinomati, confermano le sue qualità. Viene prodotto in Giappone conformemente alle normative internazionali ISO 9001:2000 (certificazione di qualità), ISO 14001:2004 (certificazione ambientale), ISO 22000:2005 (sicurezza alimentare) e FSSC22000 (certificazione per i sistemi di gestione della sicurezza alimentare).

11

Immun’Âge® può essere assunto dai bambini? A partire da quale età?

Immun’Âge® può essere assunto dai bambini come integrazione alimentare (che non sostituisce le cure medico-farmacologiche) anche in caso di concomitante uso di antibiotici. Si consiglia sempre, in questi casi, di consultare il Medico pediatra.
In genere si utilizza Immun’Âge® per i bambini oltre i 3 anni di età.
Per i bambini fino a 6 anni: mezza bustina al giorno sotto la lingua oppure diluita in 100 cc di acqua o latte.
Per i bambini oltre i 6 anni: 1 bustina al giorno sotto la lingua.
Da assumere preferibilmente al risveglio e comunque lontano dai pasti.

12

Immun’Âge® può essere utilizzato come integratore alimentare per bambini sottoposti a stress scolastico e durante i cambi di stagione?

Immun’Âge® può essere assunto nei casi di astenie primaverili dei bambini. Dai 3 fino ai 6 anni: 1/2 bustina al giorno. Oltre 6 anni: 1 bustina al giorno sotto la lingua. Da assumere preferibilmente al risveglio o comunque lontano dai pasti. Si consiglia sempre, in situazioni patologiche, di consultare il Medico pediatra.

13

Le persone affette da diabete possono assumere Immun’Âge®?

Una bustina di Immun’Âge® corrisponde a meno della metà di una dose di zucchero e cioè all’1% degli apporti di glucosio raccomandati in una giornata. Può dunque essere utilizzato senza rischi. Si consiglia comunque di consultare il proprio Medico curante.

14

Immun’Âge® può causare rialzi della pressione arteriosa?

Immun’Âge® non risulta causare l’aumento della pressione arteriosa. Si consiglia comunque sempre di consultare il proprio Medico curante.

15

Immun’Âge® contiene carpaina?

Immun’Âge® non contiene carpaina perchè per produrla viene utilizzata solo la polpa della papaya che è priva di carpaina.

16

Anche le persone allergiche al lattice possono assumere Immun’Âge®?

Poichè nel processo di produzione di Immun’Âge® non si utilizza la pelle del frutto, nè parti dell’albero, non vi è possibilità che vi sia lattice nella composizione del prodotto.

17

Anche le persone sieropositive possono assumere Immun’Âge®?

Non ci sono controindicazioni nell’utilizzo di Immun’Âge® da parte di soggetti sieropositivi. L’assunzione di Immun’Âge®, con le sue proprietà di sostegno delle naturali difese dell’organismo e antiossidanti, può (previo consulto medico) rappresentare una buona integrazione alimentare alla dieta anche in tale situazione patologica.

18

Sono malato e assumo delle medicine, esistono controindicazioni nell'assunzione di Immun’Âge®?

Vista la sua origine naturale, Immun’Âge® non presenta alcuna controindicazione nota. Si consiglia comunque sempre di consultare il Medico curante. Affinchè sia preservata la sua efficacia, è consigliabile assumerlo da solo, lontano dai pasti, e di evitare di bere e mangiare per 5 minuti prima e dopo averlo ingerito.

19

Anche le persone affette da diverticolite intestinale possono assumere Immun’Âge®?

Chi è affetto da diverticolite intestinale può assumere Immun’Âge® perchè il processo di fermentazione si è già esaurito, pertanto l’assunzione di Immun’Âge® non determina alcun incremento di fermentazione. Si consiglia comunque di consultare il proprio Medico curante.

20

Assumo Eutirox, ci sono controindicazioni all'assunzione di Immun’Âge®?

Immun’Âge® può essere assunto in concomitanza con il tratamento con Eutirox. Si consiglia comunque sempre di consultare il proprio Medico curante.

Vuoi rimanere sempre informato?

Iscriviti alla newsletter

Sei un Medico o un Farmacista?

Accedi all'area riservata

Hai delle domande da fare?

Contattaci