Integratori antietà: come funzionano e perché sono utili
Log In
arrow
Named

Stress ossidativo e integratori: perché sono utili



12/5

Gli integratori opportunamente formulati contro lo stress ossidativo, utili quindi per neutralizzare i radicali liberi, chiamati anche “integratori antietà”, rientrano nella più ampia categoria dei nutraceutici, ossia quei prodotti alimentari appositamente studiati per favorire e sostenere lo stato di benessere generale della persona.

Lo stress ossidativo gioca un ruolo cruciale, perché l’incapacità del sistema antiossidante endogeno di contrastare i radicali liberi prodotti dall’organismo può determinare alterazioni nei tessuti e nei processi fisiologici cellulari e, nei casi più gravi, senescenza cellulare e apoptosi.

Va inoltre ricordato che l’incremento di radicali liberi è favorito da diversi fattori: inquinamento, diete inadeguate, droghe, fumo, abuso di alcol e radiazioni ultraviolette.

In questo quadro complesso e multisfaccettato, l’utilizzo di specifici integratori può essere di aiuto per sostenere i nostri sistemi di difesa e contrastare l’attacco dei radicali liberi a favore del benessere generale.

Specialmente con l’avanzare dell’età è di fondamentale importanza contrastare, in modo sistematico, i radicali liberi che, in un organismo in cui i meccanismi protettivi e le difese immunitarie sono naturalmente indeboliti, trovano le condizioni ideali per agire indisturbati, arrecando danni all’organismo.

Sebbene il processo di invecchiamento sia multifattoriale, l’eccesso di radicali liberi può svolgere comunque un ruolo cruciale in questo ambito. Per questo è importante agire in un’ottica di prevenzione o di rallentamento del fenomeno contrastando appunto lo stress ossidativo.

 

Quali possono essere i disturbi legati allo stress ossidativo?

Ora che abbiamo chiarito, in termini generali, cosa sia e quali danni possa provocare all’organismo lo stress ossidativo, elencheremo alcuni tra i disturbi che possono essere considerati veri e propri campanelli di allarme, indicativi della presenza di un eccesso di radicali liberi:

  • stress psico-fisico cronico: è causato dall’azione di alcuni ormoni surrenalici a livello cerebrale e conseguente inibizione della generazione di cellule cerebrali. Fumo, condizioni di lavoro intense, assunzione di alcol e droghe, esposizione a sostanze chimiche, sono solo alcuni dei fattori che possono stressare l’organismo e renderlo meno efficiente nel contrasto ai radicali liberi;
  • sensazione di stanchezza cronica: può dipendere da innumerevoli fattori, sia endogeni sia esogeni, tra cui anche lo stress ossidativo;
  • perdita di concentrazione: può essere la conseguenza della particolare vulnerabilità del cervello ai danni provocati dall’eccesso di radicali liberi;
  • decadimento e invecchiamento cutaneo: la pelle è la nostra prima barriera di difesa dall’attacco di numerosi agenti esterni (chimici, fisici e biologici), anch’essa viene però danneggiata dall’azione dei radicali liberi.

L’abbassamento delle difese naturali e una maggiore esposizione ai disturbi stagionali, come raffreddore e mal di gola, sono ulteriori indicatori di un indebolimento dell’organismo, pertanto è necessario supportarlo sia tramite buone abitudini in termini di lifestyle e alimentazione (assumendo cibi ricchi in acidi grassi Omega-3 e antiossidanti) sia eventualmente assumendo specifici integratori a base di antiossidanti.

 

Gli acidi grassi essenziali Omega-3

Gli Omega-3 sono una particolare categoria di acidi grassi essenziali la cui utilità è stata evidenziata già a partire dagli anni Settanta. Ulteriori e recenti studi ne hanno accertato la presenza in diversi tessuti dell’organismo, in particolare nel tessuto nervoso, nel muscolo cardiaco e nella retina.

Gli acidi grassi Omega-3, infatti, supportano il sistema cardiovascolare, il cervello e la vista. In particolare, determinano da una serie di effetti benefici sull’organismo in quanto contribuiscono alla normale funzione cardiaca, al mantenimento dei normali livelli di trigliceridi nel sangue e al mantenimento di una normale pressione sanguigna.

Tipicamente sono contenuti nel pesce (sgombro, acciughe, sardine, tonno, salmone) ma sono presenti anche in altri alimenti come l’olio di semi di lino e il germe di grano, gli Omega-3 possono, inoltre, essere assunti con specifici integratori.

 

Antiossidanti: integratori “antietà” per contrastare lo stress ossidativo

Come accennato, lo stress ossidativo causato dall’azione dei radicali liberi può alterare le normali condizioni di equilibrio dell’organismo, influenzando anche i normali processi di invecchiamento.

A livello morfologico, l’invecchiamento si traduce con alterazioni degenerative a carico degli organi, come il sistema nervoso centrale, l’apparato cardiovascolare, il cuore e i polmoni. A livello psicologico, il processo di invecchiamento riguarda invece, in particolar modo, la memoria e la capacità di concentrazione e, attenzione, determina il cosiddetto “invecchiamento cerebrale”.

Per ridurre un’eccessiva produzione di radicali liberi, è importante sostenere il proprio organismo tramite uno stile di vita sano ed equilibrato e con una dieta bilanciata e ricca di antiossidanti, vitamine, minerali e oligoelementi.

Occorre infatti considerare che per proteggersi dagli effetti dannosi dello stress ossidativo, il nostro organismo sviluppa naturali meccanismi di difesa ricorrendo all’azione di una serie di enzimi cellulari e di molecole anti-radicaliche, gli antiossidanti, che hanno la capacità di donare un proprio elettrone al radicale libero, correggendo in questo modo il suo stato di instabilità.

Laddove lo stress ossidativo sia particolarmente elevato, fino a compromettere lo stato di benessere generale della persona, l’assunzione di antiossidanti esogeni (ossia assunti con l’alimentazione, anche tramite specifici integratori) si rivela particolarmente utile perché può operere in sinergia con i naturali sistemi di detossificazione del nostro organismo.

Gli integratori a base di sostanze antiossidanti giocano un ruolo importante e di supporto anche a livello delle cellule immunitarie supportandole al meglio nel loro compito. Le cellule del sistema immunitario, non a caso, contengono una maggiore concentrazione di antiossidanti rispetto alle altre cellule dell’organismo; per cui un adeguato apporto di vitamine e antiossidanti è fondamentale per le naturali difese dell’organismo.

 

Immun’Âge - Papaya Fermentata FPP®: l’integrazione contro lo stress ossidativo

Immun’Âge - FPP® (Fermented Papaya Preparation) è l’integratore alimentare distribuito da NAMED® utile per contrastare l’azione negativa dei radicali liberi in eccesso, i quali contribuiscono allo stress ossidativo, implicato anche nell’invecchiamento dell’organismo.

Ricchissimo di antiossidanti grazie al suo unico ingrediente, la Papaya Bio-Fermentata, Immun’Âge® favorisce un decremento dei valori stressogeni che può arrivare fino al 50% rispetto alle condizioni di partenza, contribuendo in modo significativo a ridurre lo stress psico-fisico.

Il particolare processo di bio-fermentazione a cui viene sottoposto il frutto acerbo della papaya, ingrediente principale di Immun’Âge®, conferisce a questo prezioso integratore particolari proprietà antiossidanti e immunomodulanti che aiutano le cellule dell’organismo a ridurre lo stress ossidativo e a neutralizzare i radicali liberi, sostenendo la fisiologica risposta di difesa dell’organismo.

L’azione di contrasto ai radicali liberi e l’effetto antiage determinano una serie di effetti benefici, che si riflettono sulla pelle e su tutti i tessuti dell’organismo.

Inoltre, l’integratore Immun’Âge® favorisce benessere, vitalità, recupero psico-fisico, e sostiene le naturali difese dell’organismo grazie a una composizione del tutto naturale che non soltanto “spazza via” i radicali liberi, ma ottimizza anche le funzioni fisiologiche del sistema antiossidante.

Vuoi saperne di più su questo argomento?

CONTATTACI ORA

Named S.r.l. | P. Iva 00908310964 | via Lega Lombarda 33 | 20855 Lesmo (MB) | Privacy Policy

facebook instagram youtube linkedin